Perché Scegliere una Stufa a Pellet

Il costo dell’energia, indubbiamente, rappresenta una sempre più ampia fetta del bilancio della famiglia italiana e, quindi, sono sempre più le persone che cercano validi modi alternativi per il riscaldamento delle case.

Ma oltre che abbattere i costi, la stufa a pellet è anche una scelta ecologica.

Non per nulla, sono celebri anche per il fatto che, come combustibile, utilizzano il pellet, ovvero una sorta di assemblaggio di segatura e di trucioli che viene ad essere ottenuto senza che vi siano aggiunti coloranti, additivi e materiali estranei. Quindi, oltre che permettere di risparmiare sul costo del riscaldamento, le stufe a pellet sono delle amiche dell’ambiente.

Conveniente economicamente ed ecosostenibile, la stufa a pellet, quindi, può offrire la soluzione di riscaldamento che si stava cercando, dato che è una eccellente fonte di calore tanto primario quanto supplementare. Una buona facilità sia di installazione sia di manutenzione, garantiscono delle ottime prestazioni, anche perché consentono di avere calore solamente quando è necessario.

In pratica, vengono sempre incontro alle nostre comodità.

Grazie al suo termostato, si potrà regolare tanto la potenza quanto la temperatura desiderata. Durate le rigide giornate invernali, si avrà, perciò, sempre un dolce calore.

L’acquisto di una stufa a pellet non deve essere casuale. Vi sono vari elementi importanti da tenere presente, come pure molti criteri da prendere in considerazione. Seppure sinteticamente, vediamo alcuni suggerimenti utili.

 

Come scegliere la propria stufa a pellet?

Divenute oggetti d’arredamento grazie alla loro estetica e alla loro bellezza di design, nello scegliere il modello migliore di stufa a pellet è necessario fare alcune considerazioni molto pratiche.

Una delle prime valutazioni che è opportuno fare, è quella di andare a identificare quale sarà il volume che si dovrà riscaldare.

Se per esempio la casa ha un soffitto che è alto 2,50 metri e ha una superficie di circa 90 metri quadrati, si avrà una cubatura di circa 200 metri. Questo, vorrà dire che si dovrà indirizzare la propria scelta nei confronti di un modello di stufa a pellet capace di erogare una potenza che si aggiri sui 7 KW.

È, poi, da ricordare che le dinamiche del mercato propongono, anche dei modelli perfetti per case che presentano una suddivisione in più piani. Ovviamente, in casi come questi, la ricerca sarà verso modelli canalizzati.

Altro aspetto da considerare è quello inerente alla obbligatorietà per Legge della canna fumaria. In pratica, o si dispone di un impianto destinato alla dispersione dei fumi, oppure, se si ha la tradizionale canna fumaria del caminetto, sarà, allora, possibile procedere a far effettuare una modifica al fine di renderla idonea alla stufa a pellet installata.

Vi sono poi, modelli che possono essere semiautomatici oppure automatici. Nel caso di una stufa a pellet semiautomatica, si dovrà provvedere manualmente al ricaricamento del pellet quando il serbatoio risulterà essere vuoto.

Se si dovesse decidere di far installare una stufa a pellet, sarà, inoltre, possibile scegliere un modello che si potrà andare ad integrare con la tipologia di arredo presente nell’ambiente, perfino fosse il salotto.

In conclusione, si avrà modo di optare per un modello perfetto per ogni esigenza e ogni gusto, che renderà l’ambiente di casa accogliente e caldo.